Guida all'allenamento, diete e tecnica. Ciclismo, corsa, mtb ecc...

home page ciclopiemonte
Home Page
guida allenamento
Guida Allenamento
Alimentazione dello sportivo
Alimentazione
Medicina Sportiva
Medicina Sportiva
tecnica bici
Tecnica Ciclismo
Bici
Scrivici
 
Calcolatori :
misure telaio
Misura Bicicletta
misure telaio
Indice massa corporea (IMC)
metabolismo basale
Metabolismo basale (BMR)
Conteggio calorie
Conta Calorie

Home Page Allenamento Consigli principianti

Pratica del ciclismo

Consigli, benefici e precauzioni

iniziare-col-ciclismo

Il ciclismo, sport molto popolare, comporta molto poche contro-indicazioni e può essere praticato a qualsiasi età. Mezzo di locomozione, svago o disciplina sportiva, pedalare è un esercizio splendido per il corpo ed un vantaggio per la salute. Tuttavia, occorre ragionare sui piccoli rischi prima di lanciarsi nella pratica della bicicletta.

Sport completo, il ciclismo sollecita tutte le parti del corpo ma più specificamente cosce e polpacci. Il primo beneficiario di quest'esercizio è il cuore. Da un lato, questo muscolo aumenta la sua forza di contrazione e con ciò anche il flusso del sangue inviato agli organi. D'altra parte, la frequenza del battito del cuore rallenta in periodo di riposo. Si constata che si sviluppa la sua vascularizzazione coronaria, cosa che limita i rischi d'infarto. Un'amplificazione delle capacità respiratorie ed una diminuzione del tempo di recupero si otterranno anche, un po' più a lungo termine.

La giusta intensità.Trovare la propria velocità, come per la maggior parte degli esercizi fisici, occorre proporzionare ed adattare i propri sforzi. Non pedalate troppo rapidamente, né troppo a lungo. Gli sforzi devono infatti essere progressivi. È meglio sempre calcolare in termini di durata piuttosto che di distanza da percorrere. La distanza è di per sé poco significativa. Dipende da molti parametri come il tempo e la difficoltà del percorso. È per questo che è preferibile, in occasione della prima uscita, optare per un percorso piatto e non eccedere un'ora e mezza a leggera andatura. Inoltre, partire contro vento facilita il tragitto ritorno. Sono tutti consigli che permettono di evitare l'esaurimento muscolare e quindi anche mentale e gli incidenti e le tendiniti dovuti ad uno sforzo sproporzionato! La tappa seguente consiste nel trovare la corretta velocità di crociera per conservare lo stesso passo indipendentemente dal terreno.

La scelta della bicicletta è prioritaria. Occorre ovviamente privilegiare la comodità e l'affidabilità. Il veicolo deve assolutamente essere adattato alla morfologia del ciclista. Per determinare se una bicicletta è della giusta misura o dimensione, si deve potere porre il piede in orizzontale sul pedale tendendo la gamba. Ad un primo momento questa misurazione è corretta, poi col tempo affinerete la precisione utilizzando apposite tabelle per la scelta della misura del telaio e dell'altezza della sella. A livello dell'attrezzatura, optare preferibilmente per una sella comoda e abiti impermeabili in caso di pioggia. Occorre sempre tenere presente che in bici è facile prendere freddo e quindi regolarsi di conseguenza. Gli occhiali da bici sono i benvenuti poiché proteggono dal sole e dagli insetti. E certamente, non dimenticare il casco.

Bicicletta da strada o Mountain Bike? In linea di principio su una MTB ci si stanca maggiormente che con una semplice bicicletta da strada anche se all'atto pratico sarà il vostro impegno profuso a stancarvi di più o di meno. Su una bicicletta da corsa, il corpo riposa alcuni muscoli utilizzati invece nella pratica in mountain bike. Fate ben attenzione alla durezza della sella e all'altezza del manubrio e della sella: una sella troppo dura può causare dolori lombari, un manubrio troppo basso, o che impone al ciclista un'estensione eccessiva porterà a problemi al collo.


Categorie : Consigli